Archivio di Stefano Ricci

Stefano Ricci

Sono un architetto che vive e lavora a Cesena. Costruzioni Lego, fumetti e cinema mi hanno spinto verso una professione di creativo e verso ELMANCO, nato nel lontano 2005. Nel corso degli anni il blog ha cambiato pelle molte volte, ed ora è dedicato alla mia passione per l'industrial e il graphic design. Se ELMANCO ti piace, suggeriscilo al tuo compagno di banco.

ledonnewright1

Le donne di Frank Lloyd Wright

Scritto il: Scritto da:

“Ben presto nella vita mi trovai a scegliere fra una schietta arroganza e una ipocrita umiltà; scelsi l’arroganza”. F.L. Wright Oggi parlo di design solo indirettamente, attraverso un libro che è sì una biografia di uno dei più grandi architetti di tutti i tempi, l’americano Frank Lloyd Wright, ma che descrive il suo protagonista soffermandosi […]

welovecreativity1

We Love Creativity

Scritto il: Scritto da:

We Love Creativity è una comunità di creativi residenti a San Diego, in California, sviluppatasi intorno a un sito che è anche blog e negozio online. WLC è nata nel 2008 per iniziativa del designer Brooks Sterling desideroso di organizzare eventi che fossero occasione di incontro e visibilità per artisti e creativi della sua città. 

stefandiez1

Stefan Diez

Scritto il: Scritto da:

Amo molto il lavoro di Stefan Diez, che reputo uno dei migliori talenti emersi nella scena del design europeo dalla metà degli anni 2000. Diez lavora a Monaco di Baviera ma, come molti altri giovani designer, diventa sempre più difficile inquadrare la sua opera secondo criteri geografici: le influenze aumentano, gli stili si fondano, ed […]

makedo1

Makedo

Scritto il: Scritto da:

A distanza di pochi giorni torno a parlare di oggetti costruiti in cartone: esteticamente non saranno una meraviglia ma in questo caso i risultati dipendono solo dall’impegno e dalla creatività dell’utente. Makedo è un prodotto molto semplice, che utilizzando tre soli elementi consente di unire tra loro pezzi di cartone senza usare colla e lasciando […]

bolomag1

Bolo Magazine

Scritto il: Scritto da:

BOLO è un gran bel progetto editoriale ideato, impaginato, stampato e distribuito dal graphic designer Marco Nicotra. Il primo numero di BOLO magazine è uscito durante l’estate ed ha destato l’interesse di tantissimi blogger che si occupano di arte, illustrazione e “cose cool”. Segno che Marco ha saputo muoversi bene: ha creato un eccellente prodotto, […]

flux1

La sedia pieghevole Flux

Scritto il: Scritto da:

Flux è una sedia pieghevole formata da un unico foglio leggero e flessibile. Non conosco il materiale utilizzato, ma immagino che si tratti di un qualche tipo di policarbonato. Ho visto altri progetti di sedie e tavoli basati su un’idea simile ma Flux è certamente tra i migliori: vista dal di fronte la sedia ha […]

w-eye1

Gli occhiali in legno di W-Eye

Scritto il: Scritto da:

English translation below by Gianluca Gimini. L’idea di avere gli occhiali in legno non è nuova, tuttavia quelli dell’italiana W-Eye mi sono piaciuti più di altri perché non possiedono una montatura tradizionale, e sono progettati per valorizzare le caratteristiche specifiche del legno. Non però un legno qualunque, ma un legno formato da 7 fogli di […]

slantedmagazine

Slanted blog and books

Scritto il: Scritto da:

Non sono molti a conoscere il tedesco in Italia, ma può valere la pena di seguire Slanted anche solo per “guardare le figure”. Slanted è uno dei più professionali blog dedicati alla grafica e tipografia, regolarmente online fin dal 2004 e con un patrimonio di articoli e di link imponente.

teknosauri1

I fumetti di Teknosauri.aC

Scritto il: Scritto da:

Quello dei Teknosauri è un mestiere difficile: devono confrontarsi con clienti ignoranti e capricciosi, relazionarsi con tecnici che parlano lingue diverse dalla loro, obbedire a un capo brutale a cui non si può mai dire di no, e subire pure le ironie di account e segretarie. Ma chi sono i personaggi che danno vita a […]

oroburo1

Uroborodesign

Scritto il: Scritto da:

Su Elmanco non parlo spesso di ecosostenibilità e di oggetti costruiti con materiale di recupero, nonostante questa sia una delle maggiori tendenze del momento e, con tutta probabilità, del futuro. Se non lo faccio non è per scelta editoriale ma perché il più delle volte i progetti di questo tipo che mi vengono proposti sono […]