wb1.jpg

Wladimiro Bendandi

Scritto il: Scritto da:

1

Wladimiro Bendandi è un grafico romagnolo che si diletta con l’arte contemporanea. Si può dire che le sue opere riflettono l’attività professionale, perché attingono dal linguaggio dell’iconografia moderna per creare dei nuovi significati, spesso ironici e poco rassicuranti.
L’installazione qua a fianco è intitolata “seguimi”; trovi altre immagini nel seguito dell’articolo.

Continua…

biglietto-divozistar.jpg

Ecco una bella idea dal punto di vista concettuale, nonostante sia ovvio che dal punto di vista pratico non serva molto: due coniugi non possono mica rivolgersi allo stesso avvocato!
Su Creative Bits trovi una galleria con tantissimi altri esempi di biglietti da visita “creativi”, che utilizzano le forme ed i materiali più ingegnosi.

vespertilium1.jpg

Come lavare il costume di Halloween

Scritto il: Scritto da:

0

L’articolo di oggi è dedicato alla giornata di Halloween, grazie a queste spaventose mollette da bucato Vespertilium, disegnate dai geniacci dello studio Art. Lebedev (se non lo conosci già, non perderti il loro intelligente portfolio). Belle da vedere sia “in volo”, sia quando penzolano a testa in giù dal cavo a cui sono appesi i panni da asciugare.
È stato sufficiente aggiungere le ali ad un oggetto di larghissimo consumo per ottenere qualcosa di nuovo e imprevedibile: col senno di poi sembra semplice, ma non lo è! (Via: Mocoloco)

Continua…

hang.jpg

Appendi

Scritto il: Scritto da:

1

Solo l’appendiabiti prodotto dall’Italiana Seletti (in vendita anche su Lekker Home per 68 dollari), riesce a comunicare e a svolgere la sua funzione in maniera così semplice. Difficile essere più chiari!
Sono i progetti sobri ed intelligenti come questo, che potrebbero essere realizzati da una persona qualunque come da un designer di grido, a diventare spesso i miei preferiti.

freitag1.jpg

Freitag Bags competition

Scritto il: Scritto da:

1

Do per scontato che l’ 80% dei lettori di ELMANCO sappia come sono fatte le Freitag, ma forse mi sbaglio. Io ho scoperto queste borse circa 4 anni fa su una qualche rivista, ma ormai in Romagna le vedo ovunque, anche in contesti abbastanza diversi.
L’intuizione dei fratelli Freitag è stata vincente: nel 1993 i due svizzeri, entrambi graphic designer, hanno pensarono di costruirsi una borsa utilizzando i colorati ma sporchi teloni in PVC dei camion che vedevano transitare ogni giorno davanti casa. Impiegando anche altri materiali di scarto provenienti da veicoli diversi (le cinture di sicurezza delle auto, e i pneumatici delle biciclette) è nata una borsa diventata in poche stagioni oggetto di culto. Le Freitag bags sono impermeabili, resistenti a graffi e sporco, colorate e vintage. L’unico difetto? Costano parecchio per essere prodotte con materiale di riciclo, ma ogni modello è veramente unico, perché costruito da un operaio che ha personalmente scelto, tagliato e cucito il PVC. Sul sito Freitag è anche disponibile un’applicazione che permette a chiunque di scegliere e disegnare la propria borsa: prova anche tu!
La comunicazione Freitag è sempre acuta, coerente e BELLA: insomma un’azienda da prendere come esempio. Anche troppo, perché in tanti hanno copiato l’idea, ed ora sono innumerevoli le produzioni di borse e zaini fatte con vele, tele ed altri materiali usati… l’unico limite possibile è dato dalla fantasia.

freitag2.jpg Ad ogni modo, per tornare al titolo dell’articolo, volevo avvisarti che è stato indetto un concorso per disegnare il telone di un camion. Il vincitore riceverà 2.000 euro e vedrà la propria creazione scorrazzare lungo le autostrade europee per 5 anni, dopodiché il PVC sarà usato per produrre delle borse in edizione speciale.
Un’altra originale iniziativa dei fratelli Freitag.
Se vuoi partecipare, hai tempo fino al 31 gennaio 2008 per inviare il tuo progetto; trovi maggiori informazioni a questo indirizzo.

quodes.jpg

Cassettiera Satellite

Scritto il: Scritto da:

2

La cassettiera Satellite, disegnata da Edward Barber e Jay Osgerby per Quodes, non passa inosservata. Il dettaglio più stravagante è senz’altro il piedistallo, che contraddice l’apparente semplicità dell’oggetto. Satellite può essere personalizzata scegliendo moduli di dimensioni e colori diversi.

fupete.jpg

Fupete

Scritto il: Scritto da:

1

Vuoi conoscere uno dei miei grafici italiani preferiti?
Un posto d’onore lo merita senz’altro Fupete, nome d’arte di Daniele Tabellini, nato a Livorno nel 1975.
Circa 3 anni fa rimasi folgorato da una minuscola riproduzione di una sua illustrazione in un libro di grafica, che ora non ricordo: cercandone poi tracce su internet mi resi conto che avevo scoperto l’acqua calda, perché Daniele era già famosissimo e aveva lavorato come art-director in importanti agenzie di comunicazione.
Ora Fupete lavora in maniera indipendente insieme a Gerika, firmando progetti d’immagine coordinata, illustrazioni ed eventi più strettamente artistici. Nel corso degli anni il suo sito è continuamente evoluto, ma qui puoi trovare una sintesi dei lavori dal 2000 ad oggi. Da ricordare che Daniele collabora regolarmente con Design Radar ed il fantastico Rojo Magazine.

Continua…

tonerico1.jpg

Tonerico Inc

Scritto il: Scritto da:

2

Prima o poi sarebbe bello fare una gita in Giappone (se a qualcuno serve una consulenza laggiù faccia un fischio…), perché grazie al web scopro continuamente meravigliose opere provenienti da quella nazione. Come ad esempio quelle di Tonerico Inc, studio lanciato nel 2002 dai designer Hiroshi Yoneya, Ken Kimizuka e Yumi Masukom, che ha in portfolio una trentina di progetti di interni per negozi, abitazioni e fiere.
Lo stile cercato da Tonerico è quello che preferisco: un minimalismo accogliente e ricco di colore e dettagli sofisticati.
Continua…

blog list post(1)

_a blog list_ October 2007

Scritto il: Scritto da:

1

Siamo arrivati alla terza edizione di _a blog list_ aggiornata ora ad ottobre 2007.
La maggioranza dei miei lettori dovrebbe già sapere di cosa si tratti, ma troverai ogni dettaglio nella pagina dedicata. Questa lista di blog creativi è nata nel marzo 2007, per rendere pubblico uno strumento di lavoro che ho affinato in quasi 3 anni di consultazione della blogosfera.
Perché lo faccio? Per spirito open source, perché non c’è nulla da nascondere e, last but not least, per generare del sano buzz intorno ad ELMANCO. La lista raccoglie ormai 500 blog internazionali che consulto più o meno regolarmente, ed offre una panoramica eccezionale di quello che è considerato cool hunting su internet. Da quel che vedo in giro è ancora la più ampia raccolta RAGIONATA di blog di questo tipo.
Rispetto alla versione di giugno sono stati aggiunti quasi 100 blog, mentre una cinquantina sono stati cancellati a causa delle scarse pubblicazioni. Altri blog hanno invece cambiato indirizzo, abbandonando le piattaforme gratuite per traslocare su un dominio proprio. L’aumento dei blog rende sempre più difficile gestire la lista con una semplice pagina di wordpress; sono sicuro che qualche refuso mi sia sfuggito, e ti invito a segnalarmelo. Spero in futuro di gestire _a blog list_ con una struttura diversa, ma servono anche risorse diverse. È stata aggiornata anche la versione PDF della lista (finora quasi 3000 download), che puoi scaricare a questo indirizzo.
Buona lettura.