tendemagnetiche1

Tende magnetiche

Scritto il: Scritto da:

5

È stato sufficiente inserire delle clip magnetiche sulla superficie di una tenda per trasformare un oggetto immutato da millenni in qualcosa di nuovo. Un’idea potente, che aumenta le possibilità di controllo sulla qualità e la quantità di luce all’interno della casa, e stimola la creatività. Senz’altro ci sono degli svantaggi: dispiegare le tende richiede più tempo, e c’è un maggiore accumulo di polvere, ma insomma … questa è quasi arte, no?Clomid
Motilium online
Il progetto è opera di Florian Kräutli, un giovane designer svizzero per cui pronostico un brillante futuro. Florian possiede un portfolio già ricco ed interessante, e dimostra un approccio intelligente verso ogni progetto, anche quello delle interfacce. Il suo sito, ad esempio, è esattamente come dovrebbe essere quello di un giovane progettista in cerca della maggiore visibilità possibile, e questa galleria fotografica in Flash è migliore di quanto abbia visto in siti realizzati con ben altri budget.
(Via: Yatzer)
Continua…

joelle1

Poltrona Joelle

Scritto il: Scritto da:

1

Riccardo Giovanetti mi presentato il suo nuovo progetto per Flou, esposto all’ultimo Salone del Mobile di Milano. Joelle è una seduta multiuso formata da seduta, cuscino e poggia piedi; chiudendo la cerniera verticale, i tre elementi possono essere contenuti nell’imbottito che diventa così un piano di appoggio rigido. Il progetto mi piace perché rende elegante il naturale gesto dell’apertura.
Continua…

gta4

GTA non sbaglia un colpo

Scritto il: Scritto da:

1

Ormai non posso più dedicare il tempo di una volta ai videogame, ma le passioni dell’infanzia e dell’adolescenza non si dimenticano facilmente perché appartengo a quella fortunata generazione che ha visto l’intrattenimento digitale crescere insieme ad essa, trasformandosi da un mucchietto di pixel bianchi in movimento, a sofisticate forme di espressione che hanno poco da invidiare a tanti prodotti cinematografici.

Qui si potrebbe aprire una lunga discussione, ma preferisco concentrarmi sull’argomento che conosco meglio e che credo sia pertinente alla linea editoriale di ELMANCO: Grand Theft Auto IV, l’ultimo “gioco” sfornato dalla casa di produzione Rockstar.
GTA IV divide il pubblico in due categorie, chi lo conosce come uno di quei videogiochi violenti criticati da giornali e telegiornali, e chi lo conosce per essere una delle più appassionanti esperienze interattive. Ancora non ho avuto modo di provare la quarta puntata della fortunata serie (e probabilmente dovrò ancora aspettare parecchio perché non possiedo una consolle di gioco), ma conosco bene le versioni precedenti, ho seguito lo sviluppo e i primi riscontri del nuovo arrivato su forum puntualissimi come GTA-Series, e ho grande fiducia in tutto quello che crea Rockstar Games, un’azienda che gode di una fedeltà ed una stima tra i consumatori quasi pari a quella della Apple.
Continua…

china-germany

Germany VS China

Scritto il: Scritto da:

7

Sul blog di Laurent Haug ho trovato una serie di 19 illustrazioni che sintetizzano le differenze che intercorrono tra la cultura tedesca e quella cinese. La rappresentazione è eccellente sia dal punto di vista antropologico, che da quello grafico, perché comunicare relazioni così complesse con pochi segni non è per niente facile.
E gli italiani dove stanno? Nel complesso direi che abbiamo più punti in comune con i tedeschi che non con i cinesi, ma ci sono diverse eccezioni, come il mettersi in fila e la puntalità…

plust11

Plust collection

Scritto il: Scritto da:

0

Plust collection ha incaricato alcuni designer italiani emergenti di creare una serie di oggetti per la casa (soprattutto vasi e lampade) utilizzando esclusivamente resine plastiche. Il vincolo materico ha dato omogeneità ad oggetti disegnati da un gruppo così vario di progettisti, ma la Plust Collection è accumunata anche da forme morbide ed ironiche ispirate ai gesti quotidiani e alla cultura nazionale.generic Clomid
Accutane without prescription
Non tutti gli oggetti sono ugualmente ben riusciti, ma il giudizio complessivo sul progetto è senz’altro positivo, anche per l’originalità e la forte identità che lo caratterizza. La moderna anfora qua a fianco è Humprey, disegnata da Joe Velluto; nel seguito dell’articolo trovi altri prodotti della collezione.
Continua…

chiacchere-6
6

Questo è una domanda delicata: un blogger che guadagna soldi dalla sua attività editoriale, diventa più o meno credibile?
Come in tutti i lavori sono convinto che siano le persone a fare la differenza, ma essendo questa una “professione” veramente giovane, non si sa cosa aspettarsi e quali siano i termini di paragone. Un blogger che vende recensioni positive al migliore offerente è un blogger che sta compromettendo la propria credibilità ed il proprio futuro. Il pubblico del web è molto attento e soprattutto attivo, perché ha tante possibilità di lasciare un feedback. Un lettore che sente puzza di bruciato può decidere di lasciar perdere, ma tanti lettori delusi possono distruggere irreparabilmente la credibilità di una testata.
Ciò nonostante, sono rarissime le entità che rinunciare alle entrate pubblicitarie, quando se ne presenta la possibilità. Per quanto mi riguarda, vale la regola di evidenziare sempre chiaramente la pubblicità come tale anche se bisogna ammettere che esistano alcuni casi limite, che intendo affrontare.
Continua…

consiglipergliacquisti

Consigli per gli acquisti

Scritto il: Scritto da:

2

Giù il cappello di fronte al web designer che ha avuto questa idea. Non voglio rovinarti la sorpresa, quindi consiglio di cliccare qui ed aspettare pazientemente il caricamento della pagina. La trovata di Hema (un sito di e-commerce olandese) è intelligente, ed il buzz generato dai navigatori che l’hanno sinceramente apprezzata si è trasformato in preziosa visibilità per l’azienda.
È bello vedere come ci sia sempre qualcosa da inventare, anche con mezzi a disposizione di tutti.

niem1

Marcela Grassi fotografa

Scritto il: Scritto da:

4

Marcela Grassi è una mia ex-compagna di studi della buona vecchia FAF (vedo ora che la facoltà ha sostituito il logo con uno molto peggiore del precedente) che vive a Barcellona e lavora come fotografa di architettura. Giusto un anno fa ho pubblicato le immagini del Teatro Popolare di Niteroi scattate da Marcela in Brasile, ed ora torno sull’argomento per segnalare che è online il sito della fotografa. Nel seguito dell’articolo ho inserito alcuni dei miei scatti preferiti, ma consiglio di visitare le gallerie dei principali reportage realizzati finora.

Photo galleries taken by architecture photographer Marcela Grassi.
Continua…

yoc1

Year of Creativity

Scritto il: Scritto da:

0

Manuel Dall’Olio mi ha fatto conoscere Year of creativity, un progetto portato avanti come valvola di sfogo della creatività di Adcom, l’agenzia per cui lavora come art director. La prima iniziativa di YOC è una collezione di 366 biglietti da visita (uno per ogni giorno del 2008) di divertenti professioni che sfidano la nostra fantasia. L’obbiettivo è fare riflettere con ironia e stimolare la creatività e la voglia di mettersi in gioco delle persone, che possono cercare e stampare con il proprio nome l’idea che più gli garba.
Un buon (e lungo!) lavoro di copywriting e progettazione grafica che ha generato buzz intorno ad Adcom, e che trovi anche su Behance Network.
Continua…

positive1

Posi+tive magazine

Scritto il: Scritto da:

0

Pochi giorni fa mi sono soffermato su Posi+tive magazine, un freepress italiano in formato .PDF giunto al terzo numero, e creato da Giacomo Cosua (uno dei primi collaboratori di Freshcut) insieme ad un gruppo di giovani/ssimi redattori.
Ho ricevuto altre volte segnalazioni di progetti editoriali simili, ma Posi+tive è uno di quelli che più si avvicina ai miei gusti, ed in cui riconosco le maggiori potenzialità, nonostante appaia già maturo. Si potrebbe dire che se Vice magazine ha fatto scuola, Posi+tive magazine è stato senz’altro un bravo studente.
Inizialmente Posi+tive si è occupato soprattutto di fotografia, ma il recente numero 2 (che puoi scaricare in questa pagina), è molto più che una bella galleria di immagini: articoli e foto di cultura, moda, sociale ed architettura … 100 pagine che davvero valgono.
Se vuoi contribuire ai prossimi numeri con i tuoi lavori, contatta la redazione.
Continua…