mima1

I passeggini di Mima kids

Scritto il: Scritto da:

8

Ancora non mi sono posto il problema di acquistare un passeggino, quindi non conosco bene le proposte dei competitors, ma quelli della marca spagnola Mima mi sono subito piaciuti per il design estremamente moderno.
Alle mie latitudini la parola “MIMA” sembrerebbe poco pertinente, perché è usata come acronimo di Milano Marittima ed evoca ricordi di bagordi e immagini lontane dal portare a spasso bambini, ma i creatori sono stati ispirati dal verbo spagnolo “mimar” che significa “coccolare”.
Mima è quindi il nome del brand creato dalla coppia Davy (in Italia ha lavorato per Sowden design) e Yolanda, entrambi designer di talento che, forti dell’esperienza di genitori, hanno voluto creare un prodotto che aggiungesse qualcosa di differente ai preesistenti. Continua…

milanterzic

Made for Japan

Scritto il: Scritto da:

6

A distanza di un paio di settimane dalla terribile calamità che ha colpito il Giappone, pubblico un articolo che raccoglie le migliori illustrazioni create per solidarietà e affetto verso un paese straziato da uno tsunami, un terremoto e un incidente nucleare. Un incredibile sovrapporsi di disgrazie che sta mettendo a dura prova anche un paese civile e moderno come il Giappone.
Continua…

node1

Un banco moderno

Scritto il: Scritto da:

0

Il giugno scorso si è discusso su Core77 del progetto di un nuovo modello di banco per le classi dei college americani; è una versione evoluta delle sedute con piano scrittoio ribaltabile, usata in Italia sopratutto nei corsi di studio post diploma.
Tra i commenti del blog americano abbondano le critiche sull’effettiva utilità del prodotto, critiche originate dalla scelta di montare delle ruote che aumentano il confort e la mobilità dello studente ma che, lasciandogli troppa libertà, rischiano di far cadere la classe nel caos. L’obiezione è senz’altro corretta se si parla di studenti adolescenti, ma la proposta di IDEO non può che rivolgersi a utenti più adulti che si suppone non vogliano giocare all’autoscontro (perlomeno finché il docente è presente in aula…). Continua…

sveta1

Sveta Sebyakina

Scritto il: Scritto da:

0

Sveta Sebyakina è una delle più talentuose graphic designer che abbia scoperto negli ultimi tempi; dalla fredda Mosca Sveta sta arricchendo il suo eccellente portfolio con progetti di vario tipo e dallo stile attualissimo.
La russa da il meglio di sé quando lavora più a briglia sciolta e può mischiare con successo fotografia, testo e grafica, ma anche i progetti di immagine coordinata sono interessanti.
Quello che pubblico in questo articolo è il progetto 8:00, una straordinaria serie di immagini in cui “buon giorno” è scritto usando fotografie diverse per comporre le lettere del messaggio. Le illustrazioni sono in totale 365, una per ogni giorno dell’anno, e sono state create come tesi di laurea per il corso di studi alla British Higher School of Art and Design. Continua…

bulli1

Nuovo Bulli: perchè non esiste?

Scritto il: Scritto da:

4

Da quel che so un restyling è in cantiere da molti anni, e immagini di possibili concept sono disponibili in rete, ma non riesco a capacitarmi perché  Volkswagen non abbia ancora messo in commercio una versione aggiornata al nuovo millennio di uno dei suoi veicoli più leggendari: il Microbus, o Bulli che dir si voglia.
Un modello del genere potrebbe avere un grande successo commerciale, a patto di studiarne una versione con il design, il prezzo e le caratteristiche giuste. Sono sicuro che i presupposti ci siano tutti perché l’operazione di riproporre vecchi modelli, un tempo popolari ed economici, in una nuova versione più cool e pregiata, ha sempre funzionato negli ultimi anni. Continua…

ojivetrina

Oji-Design

Scritto il: Scritto da:

0

Pochi giorni fa sono stato contattato via mail da Oji Design: una veloce occhiata al sito è stata sufficiente per capire che c’era il materiale giusto per ricavarne un buon articolo. Oji è un progetto di design contemporaneo ancorato al territorio siciliano sia per le origini degli autori, sia per la concezione quasi artigianale con cui sono costruiti gli elementi d’arredo. Artigianalità vista alla luce di tutto quello che è successo dall’avvento del movimento moderno in poi, e dalle contaminazioni con culture straniere molto più vicine a noi di un tempo. Continua…

nono1

Seduta NONO’

Scritto il: Scritto da:

4

Circa un anno fa ricevetti una mail dove il giovane designer Stefano Soave mi presentava il suo progetto di tesi per il Machina Design Institute di Brescia: la “non” sedia-sgabello NONO’. Il progetto era interessante e mi ripromisi, casomai ELMANCO riaprisse, di parlarne nel blog.
Mi ha fatto piacere scoprire che intanto NONO’ ha riscosso una ricevuto una buona attenzione, e ora è in produzione per Alma Design. Inventare qualcosa di nuovo quando si parla di sedute è davvero difficile, ma Stefano ci ha provato con NONO’, che significa NOsedia-NOsgabello, nata dopo aver individuato una postura non molto frequente ma certamente nota. NONO’ è un punto di appoggio alto, adatto per chi vuole una posizione più dinamica di una seduta bassa, ma non vuole nemmeno stare in cima ad un sgabello dove non si può toccare terra con i piedi. Continua…

arcobalenopantone

Scegliere il colore giusto

Scritto il: Scritto da:

4

Questo articolo raccoglie i migliori strumenti disponibili sul web per aiutarti nella scelta dei colori. Si tratti di siti utili sopratutto ai web designer, ma anche a grafici e illustratori o a chi cerca ispirazioni per progetti diversi.
Di certo per ottenere il risultato voluto anche in fase di stampa resta sempre indispensabile l’uso di una buona palette, e proprio questo Pantone sembra volerci ricordare grazie a questo simpatico arcobaleno gigante formato da migliaia di tessere colorate. Continua…

gloriamadrid

Libreria Gloria a Madrid

Scritto il: Scritto da:

0

Se capiti a Madrid, dalle parti di Alonso Martinez puoi trovare Gloria, una galleria d’arte con annessa una magnifica libreria ricca di libri e riviste per amanti delle belle arti.
Sono stato nella capitale spagnola a inizio anno e Gloria si è rivelato uno dei migliori negozi del genere, insieme alla libreria del COAM, l’Ordine degli Architetti di Madrid. In verità prima di partire credevo che avrei trovato a Madrid più spunti per articoli del blog, invece dal punto di vista del design e della creatività una città come Barcellona offre molto di più. Tuttavia il meglio dell’architettura contemporanea si trova fuori dal centro città, in quartieri periferici che ho visitato poco.
Continua…

mobilegs1

Non tutto il male vien per nuocere

Scritto il: Scritto da:

1

Tutti i bravi designer sono mossi dal costante desiderio di migliorare l’ambiente che li circonda, e di progettare oggetti capaci di rispondere alle esigenze dell’utente meglio di quelli attuali.
Questo è uno degli aspetti che distingue in primis il designer dall’artista. L’obbiettivo di quest’ultimo è differente: l’artista vuole innanzitutto emozionare e far riflettere il suo pubblico grazie ad una interpretazione personale della realtà. Non per questo il designer è meno egocentrico dell’artista … infatti il designer tende ad occuparsi dei problemi che lo riguardano, anche perché l’esperienza aiuta. E’ il caso delle Mobilegs, nate solamente dopo che l’infortunio al tallone ha costretto il designer Jeff Weber a camminare con un paio di scomode stampelle per molti giorni. Continua…