camperitivo1

Camparitivo in Triennale

Scritto il: Scritto da:

0

Sono di ritorno dalla settimana del design milanese, e questo è il primo di una serie di articoli ispirati alle numerose “scoperte” che ho fatto in due frenetiche giornate tra Zona Tortona, Brera e la Fiera. Il primo appuntamento è stato con Matteo Ragni uno dei miei designer preferiti, di cui ho già parlato in diverse occasioni, e che è un lettore di Elmanco della prima ora.
L’incontro con Matteo è avvenuto nello spazio che si affaccia sul giardino della Triennale: l’area relax e ristoro sponsorizzata da Campari e che è stata denominata per l’appunto Camparitivo. Matteo ha progettato il concept dell’evento e gli elementi d’arredo ispirandosi all’iconica bottiglietta Campari creata dal futurista Depero insieme ad un memorabile progetto di immagine che continua ad influenzare l’azienda italiana. Continua…

credevidifarlafranca

Credevi di farla franca

Scritto il: Scritto da:

1

L’immagine di questo articolo potrebbe appartenere alla Settimana Enigmistica, perché scoprire tutte le differenze tra l’immagine di destra e quello di sinistra è un vero esercizio di abilità. Le cose invece stanno diversamente: il sito di destra è un plagio spudorato dell’originale di sinistra, ma il copione credeva di farla franca solo eliminando barba e occhiali e cambiando la maglietta!
Episodi incredibili come questo sono la ragione d’essere del blog You thought we wouldn’t notice, un punto di riferimento per chi scopre le imitazioni circolanti in ambito creativo. Grazie alle nuove tecnologie è possibile trovare un gran numero di fonti di ispirazioni, che possono anche essere riprodotte con facilità, ma certa gente sembra scordare come tutto quello pubblicato su internet lasci tracce facili da seguire. Continua…

bigrealtàaumentata

Presentare un progetto

Scritto il: Scritto da:

3

BIG è uno degli studi di architettura del momento, e tutto lascia pensare che resterà protagonista a lungo perché il fondatore, il talentuoso Bjarke Ingels, ha solo 36 anni. Ho scoperto BIG circa 4 anni fa perché ero rimasto impressionato dal sito web dello studio: l’homepage somigliava molto a un concept che avevo immaginato negli anni dell’università per gestire il portfolio di uno studio di architettura.
Anni dopo vedo con piacere che la struttura non è cambiata, e le icone colorate continuano a essere lo strumento adatto per gestire le diverse tipologie di progetti. Continua…

lovadina1

Claudio Lovadina

Scritto il: Scritto da:

0

Claudio Lovadina è un artista e designer milanese che è arrivato alla progettazione dopo una laurea in economia e varie esperienza imprenditoriali, anche nell’ambito dell’industrial design.
Il tempo è servito a Claudio per definire il suo stile, fatto di segni che diventano volumi e interrompono superfici monocromatiche.
Il richiamo alle opere di Lucio Fontana è inevitabile, tanto più che il portfolio dell’autore è diviso proprio tra quadri e design. Continua…

marksofexcellence

Marks of Excellence

Scritto il: Scritto da:

1

Nel 2001 ebbi la fortuna di imbattermi in Marks of Excellence, un libro che tratta l’evoluzione del logo design da 5.000 anni fa fino ai giorni nostri.
A quei tempi avevo appena iniziato ad interessarmi di grafica, ed ero avidamente in cerca di testi che mi dessero una formazione sull’argomento che non potevo ottenere solo con il corso di studi in architettura. All’interno della biblioteca del museo Guggenheim di Bilbao comprai questo volume che, 10 anni e decine di libri simili dopo, continuo a ritenere il migliore per chi voglia conoscere la storia del logo design, i suoi principi e le regole. Continua…

customikea1

Personalizzare i mobili Ikea

Scritto il: Scritto da:

0

Qualcuno potrebbe restare sorpreso, ma ammetto di apprezzare l’esistenza di Ikea. Alcune delle sue produzioni sono troppo economiche (quasi usa e getta) ed altre scopiazzano tendenze faticosamente create da altri però, mettendo sulla bilancia i pro e i contro, il mio giudizio è positivo. Positivo perché Ikea ha contribuito a diffondere tra le masse l’interesse per un gusto moderno privo di orpelli, perché certa oggettistica è obiettivamente ingegnosa, e perché permette a tanti di comprare arredamento con un buon rapporto qualità-prezzo.
Per ragioni come queste molti giovani scelgono di arredare casa con mobili Ikea, nonostante alcuni prodotti siano molto elementari oppure già visti negli appartamenti degli amici. Una conseguenza di questa standardizzazione è la nascita di servizi come This is my Ikea che consente di decorare gli arredi più comuni della multinazionale svedese con adesivi in vinile. Continua…

kyle1

Tutto si trasforma

Scritto il: Scritto da:

0

Kyle Bean è un giovane artista che realizza le sue opere usando in primis carta e cartone. L’inglese possiede già un curriculum di tutto rispetto, ma grazie a questa installazione per Selfridges ha raggiunto nuovi picchi di notorietà.
L’idea e la realizzazione dell’opera è talmente acuta da meritare uno spazio su ELMANCO (che Kyle aveva già conquistato nel 2008), nonostante si tratti di un ambito decisamente artistico, perché può innescare una bella riflessione sui temi della produzione industriale. Continua…

flexo1

Ordine in cucina: Flexo

Scritto il: Scritto da:

0

Il prodotto del giorno è il portaposate Flexo, un oggetto che potrebbe essere considerato troppo ingegneristico per questo blog ma che mi ha colpito per quanto bene risolva unesigenza che passa inosservata. Prima di Flexo, infatti, non avevo ancora visto oggetti simili, progettati per personalizzare i cassetti della cucina che contengono le posate.
La maggior parte degli utenti può serenamente non porsi il problema e accontentarsi dei cassetti standard (nelle cucine più moderne e spaziose questi cassetti sono disegnati molto bene), ma una persona precisa ed amante dell’arte culinaria troverà senz’altro utile questa soluzione che consente di dimensionare gli scomparti di ogni singolo tipo di posata. Continua…

soppcopertina

Sopp collective

Scritto il: Scritto da:

0

Sopp collective pubblica i lavori più estrosi di tre grafici che vivono agli antipodi tra loro – Norvegia e Australia – ma sono uniti dall’amicizia, e dalla passione per la musica e l’arte.
Gran parte dei progetti pubblicati su Sopp collective, infatti, sono stati realizzati per band ed eventi musicali, un genere di clienti che ha dato agli autori la possibilità di sperimentare e creare immagini provocanti, giocando ai confini tra arte e design. Ciò nonostante l’homepage di Sopp è molto neutra e ordinata: un bel logo e il rosa sono l’uniforme del collettivo, e i progetti si colorano solo sotto il puntatore del mouse. Continua…

elmancoaperitivo

Eventi e statistiche Aprile 2011

Scritto il: Scritto da:

0

A distanza di un mese dal rilancio del blog faccio il punto della situazione e anticipo gli eventi futuri.
Inizio dalla notizia più importante: martedì 12 aprile 2011, a Bologna, si terrà un aperitivo ELMANCO! Appuntamento alle ore 19:00 al ristorante del Mambo.
Saremo presenti io e lo staff di Mentine per parlare con i lettori del rilancio del blog. Special guest un collega blogger della primissima ora: Gianluca Diegoli di Minimarketing. Gluca è diventato un punto di riferimento per il web marketing e ricordo come abbia iniziato a interessarmene proprio perché, grazie alla lettura del suo blog, l’argomento diventava inaspettatamente semplice e divertente.
Come annunciato durante la riapertura, la collaborazione tra ELMANCO e l’agenzia bolognese Mentine ci permette di offrire servizi all’avanguardia per lo sviluppo di progetti web ad alto contenuto di design perciò, aziende in ascolto, visitate la sezione business e venite a trovarci ; ) Continua…