customikea1

Personalizzare i mobili Ikea

Scritto il: Scritto da:

0

Qualcuno potrebbe restare sorpreso, ma ammetto di apprezzare l’esistenza di Ikea. Alcune delle sue produzioni sono troppo economiche (quasi usa e getta) ed altre scopiazzano tendenze faticosamente create da altri però, mettendo sulla bilancia i pro e i contro, il mio giudizio è positivo. Positivo perché Ikea ha contribuito a diffondere tra le masse l’interesse per un gusto moderno privo di orpelli, perché certa oggettistica è obiettivamente ingegnosa, e perché permette a tanti di comprare arredamento con un buon rapporto qualità-prezzo.
Per ragioni come queste molti giovani scelgono di arredare casa con mobili Ikea, nonostante alcuni prodotti siano molto elementari oppure già visti negli appartamenti degli amici. Una conseguenza di questa standardizzazione è la nascita di servizi come This is my Ikea che consente di decorare gli arredi più comuni della multinazionale svedese con adesivi in vinile. Continua…

kyle1

Tutto si trasforma

Scritto il: Scritto da:

0

Kyle Bean è un giovane artista che realizza le sue opere usando in primis carta e cartone. L’inglese possiede già un curriculum di tutto rispetto, ma grazie a questa installazione per Selfridges ha raggiunto nuovi picchi di notorietà.
L’idea e la realizzazione dell’opera è talmente acuta da meritare uno spazio su ELMANCO (che Kyle aveva già conquistato nel 2008), nonostante si tratti di un ambito decisamente artistico, perché può innescare una bella riflessione sui temi della produzione industriale. Continua…

flexo1

Ordine in cucina: Flexo

Scritto il: Scritto da:

0

Il prodotto del giorno è il portaposate Flexo, un oggetto che potrebbe essere considerato troppo ingegneristico per questo blog ma che mi ha colpito per quanto bene risolva unesigenza che passa inosservata. Prima di Flexo, infatti, non avevo ancora visto oggetti simili, progettati per personalizzare i cassetti della cucina che contengono le posate.
La maggior parte degli utenti può serenamente non porsi il problema e accontentarsi dei cassetti standard (nelle cucine più moderne e spaziose questi cassetti sono disegnati molto bene), ma una persona precisa ed amante dell’arte culinaria troverà senz’altro utile questa soluzione che consente di dimensionare gli scomparti di ogni singolo tipo di posata. Continua…

soppcopertina

Sopp collective

Scritto il: Scritto da:

0

Sopp collective pubblica i lavori più estrosi di tre grafici che vivono agli antipodi tra loro – Norvegia e Australia – ma sono uniti dall’amicizia, e dalla passione per la musica e l’arte.
Gran parte dei progetti pubblicati su Sopp collective, infatti, sono stati realizzati per band ed eventi musicali, un genere di clienti che ha dato agli autori la possibilità di sperimentare e creare immagini provocanti, giocando ai confini tra arte e design. Ciò nonostante l’homepage di Sopp è molto neutra e ordinata: un bel logo e il rosa sono l’uniforme del collettivo, e i progetti si colorano solo sotto il puntatore del mouse. Continua…

elmancoaperitivo

Eventi e statistiche Aprile 2011

Scritto il: Scritto da:

0

A distanza di un mese dal rilancio del blog faccio il punto della situazione e anticipo gli eventi futuri.
Inizio dalla notizia più importante: martedì 12 aprile 2011, a Bologna, si terrà un aperitivo ELMANCO! Appuntamento alle ore 19:00 al ristorante del Mambo.
Saremo presenti io e lo staff di Mentine per parlare con i lettori del rilancio del blog. Special guest un collega blogger della primissima ora: Gianluca Diegoli di Minimarketing. Gluca è diventato un punto di riferimento per il web marketing e ricordo come abbia iniziato a interessarmene proprio perché, grazie alla lettura del suo blog, l’argomento diventava inaspettatamente semplice e divertente.
Come annunciato durante la riapertura, la collaborazione tra ELMANCO e l’agenzia bolognese Mentine ci permette di offrire servizi all’avanguardia per lo sviluppo di progetti web ad alto contenuto di design perciò, aziende in ascolto, visitate la sezione business e venite a trovarci ; ) Continua…

eva1vacuum

Eva solo updated

Scritto il: Scritto da:

1

Riordinando l’archivio mi sono passati sottomano tutti gli articoli passati e rileggendoli ho provato una sensazione di estraneità che ogni blogger esperto conoscerà già  (“Ma come scrivevo? No… adesso farei l’articolo diversamente!”). Ciò nonostante sono convinto che molti contenuti siano ancora attuali. Ad esempio il post su Eva Solo: uno dei primissimi, scritto nel 2005, uno di quelli che ha ispirato la creazione di ELMANCO.
A quei tempi si usava scrivere post da leggere tutto in un fiato in homepage, quindi non ci si dilungava troppo e si pubblicava una sola immagine, la più rappresentativa dell’argomento. Ora invece succede che i post si sviluppino soprattutto nel testo esteso, e  abbondino di immagini per avere maggiore possibilità di diffusione nei social network.
Ecco allora la versione pimped nel 2011 dell’articolo su Eva Solo, un’azienda danese che continua a produrre oggetti per la casa e la cucina che considero veri capolavori di design e che, non a caso, hanno vinto dozzine di premi. Continua…

archdilyaward

Arch Daily Awards

Scritto il: Scritto da:

1

Su Elmanco parlo raramente di architettura perché design e grafica stimolano più i miei interessi e ho deciso di specializzare il blog in una certa direzione, ma resto pur sempre un architetto. Ed ogni architetto che frequenta almeno saltuariamente la blogosfera non può non conoscere Arch Daily ” The world most visited architecture website” come campeggia nella testata del blog.
Il valore di Arch Daily non deriva solo dall’essere il sito di architettura più visitato, quanto dalla sua linea editoriale, dall’attenzione per l’architettura contemporanea di qualità e dalla completezza e precisione degli articoli.
Inutile dire che la diffusione di un sito ricco e professionale come Arch Daily mette a dura prova la vendita di costose riviste di architettura, perlomeno di quelle meno autorevoli. Continua…

letsswap

Let’s Swap

Scritto il: Scritto da:

0

Il dominio “.it” non deve ingannare, il progetto Let’s Swap (it) è americano e rappresenta un coraggioso tentativo di proporre il baratto come forma di commercio, e di incontro, per designer e artisti.
Se ho ben capito, il funzionamento è il seguente: Let’s Swap presenta un’opera che l’autore è disposto a scambiare con la creazione di un altro artista. Chiunque può, attraverso il sito, offrire in cambio un proprio poster, libro, scultura o una qualunque altra creazione artistica originale. Finito il periodo di esposizione l’autore sceglie, tra tutte le offerte pervenute, le sue preferite e si procede alla spedizione per posta tradizionale. Continua…

erikaskin1

Erik Askin Designer

Scritto il: Scritto da:

3

Erik Askin fa parte di quella schiera di giovani designer cresciuta ai tempi di internet, avvezza a disegnare, ma anche a cercare informazioni, davanti a un computer.  Questi ragazzi hanno capito come per chi non ha curriculum ma possiede talento sia più semplice trovare visibilità sul web piuttosto che sulla carta stampata.
Ed Erik di talento ne ha a bizzeffe. Il suo portfolio mi ha sorpreso per l’ingegno, la ricchezza, e il divertimento che dimostra. Tutti i lavori pubblicati sono concept non ancora in produzione, ma esprimono lo spirito che deve avere il giovane, e meno giovane, designer. Continua…

lavazzacemento

Un caffè pesante

Scritto il: Scritto da:

0

Si deve riconoscere che con questo concept lo studente israeliano Shmuel Linski ha fatto centro. L’idea di incastonare una macchina per il caffè espresso in un blocco di cemento è improbabile ma l’effetto che queste immagini hanno avuto nella blogosfera è stato dirompente.
Sono rimasto subito impressionato dal concept visto su Dezeen, e dopo una veloce ricerca ho verificato come l’idea abbia fatto il giro dei principali blog di design.
Di questi tempi il mercato delle macchinette per il caffè  tira a più non posso (tanto che la storica produttrice della caffettiera Moka, l’italiana Bialetti, è entrata in crisi) e sta diventando difficile inventarsi una forma originale.
Le mode che vanno per la maggiore per quest’oggetto sono il postmoderno e lo stile cool-futuristico derivato dalla Apple; Shmuel invece ha cercato una strada diversa, di derivazione architettonica, ma di sicuro successo perché acciaio e cemento grezzo è un abbinamento materico sempre apprezzato e ormai classico. Classico, ma di certo non nel contesto degli accessori per la cucina! Continua…