50WATTS1

50 Watts e la Cuba anni 70

Scritto il: Scritto da:

1

50 Watts, uno dei miei blog di riferimento per la ricerca di immagini vintage e surreali, non è più aggiornato dal luglio scorso. La cosa mi preoccupa perché, nonostante risorse simili abbondino su internet, la qualità della curatela svolta da Will Schofield dal 2007 al 2013 è straordinaria. Oggigiorno è dura per blog come 50 Watts reggere alla concorrenza di Pinterest, ma esisterà sempre una differenza fra rimbalzare all’infinito tra centinaia di illustrazioni scelte da un algoritmo a seconda di parametri statistici, e fermarsi per qualche minuto a studiare gli articoli di un blog che sceglie con gran gusto le immagini, le associazioni di idee e i riferimenti.

Perché questo è quello che fa(ceva) 50 Watts: pochi articoli ma di grande qualità, ricchi di immagini e di testi che aiutano la comprensione delle storie e dei ragionamenti, a volte molto complessi, che stanno dietro a tutto questo splendore per gli occhi.
La linea editoriale di 50 Watts è incentrata sull’arte del secolo scorso, e nei suoi archivi sono pubblicati soprattutto locandine, illustrazioni e copertine di autori poco noti, quando non addirittura anonimi. Molte di queste opere sono ancora attuali dal punto di vista formale perché avevano raggiunto un livello di astrazione e purezza che le rende senza tempo.

Le immagini che ho pubblicato in questo articolo provengono da una collezione di 21 posters realizzati dal governo cubano tra la fine degli anni 60 e l’inizio dei 70. Il messaggio rivoluzionario e sociale è veicolato con la rappresentazione di armi e al giorno d’oggi è difficile immaginare che un’istituzione ricorra a messaggi così aggressivi, ma stilisticamente le illustrazioni sono magnifiche ed è evidente che anche grandi autori contemporanei come Noma Bar siano debitori di opere del passato come queste.

Spero tanto che 50 Watts riprenda le pubblicazioni, ma capisco che dietro il suo abbandono ci possono essere ragioni simili a quelle con cui John Martz ha annunciato il definitivo abbandono di Drawn!, lo storico blog del fumetto e dell’illustrazione.

Scritto da:

Stefano Ricci

Sono un architetto che vive e lavora a Cesena. Costruzioni Lego, fumetti e cinema mi hanno spinto verso una professione di creativo e verso ELMANCO, nato nel lontano 2005. Nel corso degli anni il blog ha cambiato pelle molte volte, ed ora è dedicato alla mia passione per l'industrial e il graphic design. Se ELMANCO ti piace, suggeriscilo al tuo compagno di banco.

1 commento »

  1. Dopo aver pubblicato questo articolo, mi sono accorto che 50watts aveva pubblicato un nuovo post proprio pochi giorni prima!

    Commento by Stefano Ricci — 21 ottobre 2013 @ 19:25

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento