documentario illustratori

Illustratori – Un documentario

Scritto il: Scritto da:

0

Illustratori italiani, giovani e bravissimi che, seguendo strade tortuose e spesso lontane dalla patria, possono dire di avercela fatta. Sono loro i protagonisti di questo appassionante documentario realizzato da Andrea Chirichelli (fondatore & direttore di Players Magazine) e Marco Bassi, disponibile su Youtube in lingua italiana con i sottotitoli in inglese.
Gli illustratori che hanno partecipato al progetto sono Alessandro Gottardo, Francesco Poroli, Olimpia Zagnoli e Emiliano Ponzi. Sicuramente avrai visto le loro creazioni su internet o sulla copertina di libri e riviste, oppure avrai letto qualche loro intervista, però vederli parlare nella loro abitazione o studio (di solito i due luoghi coincidono) permette un più profondo, livello di conoscenza.

I quattro protagonisti, dopo aver soppesato i pro e i contro del loro lavoro, appaiano soddisfatti di quanto hanno ottenuto perché la passione per il disegno gli ha dato un lavoro, riconoscimenti pubblici, e una notevole libertà creativa. Tutti concordano pure sugli inconvenienti della professione: la solitudine che accompagna  gran parte dell’attività creativa, l’irregolarità degli incarichi e, soprattutto, le grandi difficoltà iniziali per affermarsi.

Non esiste una strada nota per diventare illustratore e le scuole, al di là della tecnica di disegno, non sono in grado di aiutare un inserimento professionale che richiede innanzitutto un grande spirito imprenditoriale. Sono sicuro che dei potenziali illustratori di talento non emergono perché non hanno la tenacia, le capacità comunicative, o l’ampiezza di vedute per proporsi ai giusti committenti che, come spiegato nel documentario, è necessario cercare soprattutto all’estero dove il lavoro dell’illustratore è meglio conosciuto e rispettato.

Ho trovato molto interessante il rapporto con le tecnologie e come queste influenzano il lavoro e lo stile dei 4 autori. Alessandro Gottardo e Olimpia Zagnoli erano abituati a padroneggiare diverse tecniche di rappresentazione, come la pittura, e hanno iniziato a disegnare al computer perché consapevoli che quello strumento costituiva il futuro del lavoro che speravano di fare. Lo stile di Francesco Poroli invece è nato usando il computer, non sa fare paragoni con la pittura tradizionale, e preferisce continuare ad usare il mouse piuttosto che le tavoletta grafica. Emiliano Ponzi spiega come gli illustratori dovranno abituarsi a lavorare meno con le immagini statiche, e più con le immagini animate, mano a mano che la carta stampata lascerà il passo a pubblicazioni digitali, ed il pubblico chiederà più contenuti video.

Scritto da:

Stefano Ricci

Sono un architetto che vive e lavora a Cesena. Costruzioni Lego, fumetti e cinema mi hanno spinto verso una professione di creativo e verso ELMANCO, nato nel lontano 2005. Nel corso degli anni il blog ha cambiato pelle molte volte, ed ora è dedicato alla mia passione per l'industrial e il graphic design. Se ELMANCO ti piace, suggeriscilo al tuo compagno di banco.

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento