novembremccurry1

Steve McCurry e Fabio Novembre

Scritto il: Scritto da:

0

Non credo che Fabio Novembre abbia bisogno di molte presentazioni ai lettori Elmanco: è uno dei migliori designer italiani e i suoi progetti hanno ricevuto grande successo commerciale e notorietà anche tra il pubblico più eterogeneo. Ti consiglio tuttavia di guardare bene il suo sito web, recentemente ridisegnato, e anche il suo blog ioNoi che svolge un quotidiano lavoro di ricerca per assonanza di immagini molto originale e corroborante.
Questo articolo presenta l’ultimo progetto di Fabio Novembre: la curatela e l’allestimento della mostra del fotografo americano Steve McCurry, in corso a Roma fino ad 29 aprile 2012.

Per chi non conoscesse McCurry (e devo ammettere che io ero uno di questi) è sufficiente spiegare che è l’autore della famosissima foto che ritrae una ragazza afgana dagli occhi verdi ed il foulard rosso: un’immagine diventata tanto celebre da costituire una sorta di icona per National Geographic. Steve McCurry è considerato uno dei più grandi maestri della fotografia del nostro tempo, è membro dell’agenzia Magnum fin dal 1985, ed ha realizzato reportage fotografici in tutto il mondo spinto dall’amore per l’avventura e per la varietà della natura umana.


La mostra raccoglie oltre 200 fotografie selezionate da un vasto repertorio che comprende i viaggi in Thailandia, Birmania, Cuba, Afghanistan, India ma anche nella cara vecchia Italia.
L’allestimento disegnato da Fabio Novembre all’interno dei grandi spazi del Macro ha un layout simile a un villaggio nomade, formato da volumi leggeri che servono a sorreggere le fotografie ma anche a raccogliere il visitatore. Un’intuizione progettuale brillante, perché ha dato vita a un’esposizione di grande impatto che restituisce il tema del viaggio e dell’esplorazione, cruciale nell’opera di McCurry.
Se hai modo di visitare la mostra a Roma, fammi sapere cosa ne pensi!

Scritto da:

Stefano Ricci

Sono un architetto che vive e lavora a Cesena. Costruzioni Lego, fumetti e cinema mi hanno spinto verso una professione di creativo e verso ELMANCO, nato nel lontano 2005. Nel corso degli anni il blog ha cambiato pelle molte volte, ed ora è dedicato alla mia passione per l'industrial e il graphic design. Se ELMANCO ti piace, suggeriscilo al tuo compagno di banco.

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento