nilsferberex1

Nils Ferber

Scritto il: Scritto da:

0

Nils Ferber è uno studente tedesco di design che ha già dimostrato di possedere talento ed inventiva, oltre a grandi capacità manuali, perché costruire i prototipi pubblicati nel suo sito non è affatto semplice. Ferber è già noto sul web per il progetto “Ex“, un veicolo monoposto alimentato da due trapani elettrici che ha stupito e divertito tanti blogger di tutto il mondo. In effetti il veicolo, ideato insieme a Sebastian Auray, Ruben Faber and Ludolf von Oldershausen, è a dir poco originale. Non sembra comodo e facile da usare ma gli autori assicurano che la guida è molto divertente; da notare come per sterzare sia necessario piegare la parte inferiore del tronco.

Nonostante il grande successo ricevuto, questo progetto non è l’unico degno di nota ma è un buon manifesto della filosofia progettuale del giovane designer. Non che quella di designer sia poi la definizione migliore per descrivere il lavoro di Ferber, che considero più un inventore, un moderno artigiano visionario ansioso di costruire qualcosa di nuovo, utile e funzionante. Per plasmare le sue creature Ferber usa materiali di recupero e pezzi speciali costruiti da lui stesso: il concetto di styling gli sembra avulso ma sfido chiunque a definire “brutti” questi progetti.

Come LandANnahme ad esempio, un isolotto galleggiante che da lontano pare una miserabile palafitta, ma che da vicino mostra invece grande intelligenza costruttiva. Lo scopo del progetto era immaginare nuovi spazi pubblici per la città di Amburgo: ne è nata questa piattaforma fluviale con una struttura modulare formata da piattaforme rombiche disposte a forma di spirale intorno a barili contenitivi che fungono da galleggianti. Tende e serre completano un allestimento che offre ai suoi utilizzatori una discreta autonomia, e la possibilità di provare uno stile di vita decisamente insolito.

Altri due progetti, più semplici, ma pur sempre interessanti sono la Bamboo Machine e Kill your car. Il primo è un ingegnoso sistema di auto irrigazione che alimenta una pianta di Bamboo di pari passo con la sua crescita. Lo scopo era studiare una possibile forma di simbiosi tra macchina e natura.

Kill your machine è un progetto nato in occasione di un festival creativo che proponeva di rottamare le automobili e costruire con i loro componenti qualcosa di meno inquinante. Nils Ferber ha potuto sbizzarrirsi, ed ha risolto il tema costruendo una morbida sedute, è uno specchio “decostruttivista”.

Questo ragazzo è un geniaccio, tenetelo d’occhio!

Scritto da:

Stefano Ricci

Sono un architetto che vive e lavora a Cesena. Costruzioni Lego, fumetti e cinema mi hanno spinto verso una professione di creativo e verso ELMANCO, nato nel lontano 2005. Nel corso degli anni il blog ha cambiato pelle molte volte, ed ora è dedicato alla mia passione per l'industrial e il graphic design. Se ELMANCO ti piace, suggeriscilo al tuo compagno di banco.

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento