azzimonticopertina

Enrico Azzimonti

Scritto il: Scritto da:

0

Enrico Azzimonti appartiene a quella generazione di designer italiani 30-40enni di talento a cui, attraverso le pagine del blog, intendo dare sempre più spazio. Di lui avevo già parlato in un paio di occasioni ma ho preferito dedicargli un articolo più completo, anche perché ha da poco rinnovato il sito web. Dal ricco portfolio di Azzimonti, che è architetto, ho scelto i progetti di industrial design che preferisco. Progetti già messi in produzione, e casualmente accumunati dall’uso ricorrente della forma circolare.
Mi sono reso conto della coincidenza solo al termine della selezione, ma forse non è un caso perché a ben vedere Enrico Azzimonti fa largo uso di forme iconiche e di un tratto morbido. Nel sito del designer i lavori sono presentati in ordine cronologico e ho notato una continua crescita progettuale: i prodotti più recenti mi sembrano più maturi e concreti. Un buon auspicio per il futuro.

L’oggetto in copertina si chiama La ruota del tempo, è un calendario perpetuo formato da dischi in ceramica. Un oggetto forse di non immediata comprensione, ma formalmente ben riuscito.

Heron è una lampada prodotta quest’anno da Bilumen. Si tratta della classica lampada da tavolo snodabile che, a differenza di quanto avviene di solito, mette in evidenza il cavo che conduce l’elettricità alla lampada. La versione più interessante è sicuramente quella in cui il cavo finisce col trasformarsi nel profilo stilizzato di un portalampada, come a enfatizzare la sua funzione.


Solo Ora è un oggetto ibrido particolarmente riuscito; appeso a parete svolge la funzione di lampada, specchio e orologio. può servire a capire quanto tempo si passa davanti allo specchio o per rendersi conto che si è in ritardo e darsi una sistemata prima di uscire di casa. L’oggetto mi ha immediatamente ricordato il classico quadrante verticale delle bilance … forse con un pò di fantasia si poteva aggiungere anche questo uso?

Concludo con il progetto più recente: Psammos, una serie di elementi di arredo urbano ispirati alla bitta d’ormeggio romana . Un grande anello in pietra, ripetuto in posizioni e altezze diverse, può diventare parapetto, ormeggio, portabiciclette e altro ancora per inserire nei moderni luoghi di scambio un oggetto di sapore classico.

Scritto da:

Stefano Ricci

Sono un architetto che vive e lavora a Cesena. Costruzioni Lego, fumetti e cinema mi hanno spinto verso una professione di creativo e verso ELMANCO, nato nel lontano 2005. Nel corso degli anni il blog ha cambiato pelle molte volte, ed ora è dedicato alla mia passione per l'industrial e il graphic design. Se ELMANCO ti piace, suggeriscilo al tuo compagno di banco.

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento