lavazzacemento

Un caffè pesante

Scritto il: Scritto da:

0

Si deve riconoscere che con questo concept lo studente israeliano Shmuel Linski ha fatto centro. L’idea di incastonare una macchina per il caffè espresso in un blocco di cemento è improbabile ma l’effetto che queste immagini hanno avuto nella blogosfera è stato dirompente.
Sono rimasto subito impressionato dal concept visto su Dezeen, e dopo una veloce ricerca ho verificato come l’idea abbia fatto il giro dei principali blog di design.
Di questi tempi il mercato delle macchinette per il caffè  tira a più non posso (tanto che la storica produttrice della caffettiera Moka, l’italiana Bialetti, è entrata in crisi) e sta diventando difficile inventarsi una forma originale.
Le mode che vanno per la maggiore per quest’oggetto sono il postmoderno e lo stile cool-futuristico derivato dalla Apple; Shmuel invece ha cercato una strada diversa, di derivazione architettonica, ma di sicuro successo perché acciaio e cemento grezzo è un abbinamento materico sempre apprezzato e ormai classico. Classico, ma di certo non nel contesto degli accessori per la cucina!Il risultato è un prodotto spiazzante, che va controcorrente senza tuttavia inventare nulla di davvero nuovo.Questa intuizione ha però un prezzo: la funzionalità. Una macchina del genere non potrà mai essere prodotta in massa perché il peso elevato vincola troppo il trasporto.
Tuttavia, se fossi nella Lavazza, ci penserei bene prima di archiviare questa proposta come una simpatica stravaganza: un’edizione limitata (magari con il numero stampato nella cassaforma) potrebbe essere regalata alle persone giuste, finire in qualche rivista specializzata di arredo e design e, in definitiva, creare pregiata brand awareness.

P.S. Noto con piacere che Shmuel ha scelto come bicchiere per il caffè un Bodum: buon gusto anche nei dettagli.

These days the market for coffee machines pull like crazy (so that the historic Moka coffee machine manufacturer, the Italian company Bialetti, has entered into crisis) and it is becoming difficult to come up with an original shape.
The fashions are all the rage for this object are the postmodern and futuristic-cool style derived from the Apple Shmuel instead tried a different route, branch architecture, but surely happened because of steel and cement raw material is always a combination appreciated and has become a classic. Classic, but certainly not in the context of kitchen accessories! The result is an unsettling, which goes against the current without really invent anything new.

This insight comes at a price: the feature. Such a machine can never be mass produced because the weight is too high binding transport.
However, if I were in Lavazza, I would think twice before storing this proposal as a nice extravagance: a limited edition (maybe with the number printed on the casing) may be donated to the right people end up in a magazine specializing in furniture and design Ultimately create valuable brand awareness.

P.S. I note with pleasure that Shmuel was chosen as a Bodum glass coffee: good taste in fine detail.

Scritto da:

Stefano Ricci

Sono un architetto che vive e lavora a Cesena. Costruzioni Lego, fumetti e cinema mi hanno spinto verso una professione di creativo e verso ELMANCO, nato nel lontano 2005. Nel corso degli anni il blog ha cambiato pelle molte volte, ed ora è dedicato alla mia passione per l'industrial e il graphic design. Se ELMANCO ti piace, suggeriscilo al tuo compagno di banco.

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento