ojivetrina

Oji-Design

Scritto il: Scritto da:

0

Pochi giorni fa sono stato contattato via mail da Oji Design: una veloce occhiata al sito è stata sufficiente per capire che c’era il materiale giusto per ricavarne un buon articolo. Oji è un progetto di design contemporaneo ancorato al territorio siciliano sia per le origini degli autori, sia per la concezione quasi artigianale con cui sono costruiti gli elementi d’arredo. Artigianalità vista alla luce di tutto quello che è successo dall’avvento del movimento moderno in poi, e dalle contaminazioni con culture straniere molto più vicine a noi di un tempo.

I pezzi in catalogo sono ancora pochi – il brand è nato nel 2009 – e vale la pena presentarli tutti.
Katana è una cassettiera composta da tre corpi disallineati e destrutturati. Come è facile intuire dal nome, l’ispirazione è data dai samurai giapponesi che tutti abbiamo visto in film e cartoni animati affettare avversari con grande precisione ed eleganza.
Anche Tanto ha un’ispirazione simile perché, seppure meno noto, “tanto” è il nome del tipico pugnale giapponese dei samurai. Questo mobile nasce per sottrazione; i pezzi mancanti rivelano la colorazione rossa interna e caratterizzano un volume altrimenti semplicissimo.
Altrove è una serie che sorprende perché, grazie al sostegno di lastre di vetro strutturale, i grandi mobili laccati paiono sospesi da terra. Il risultato somiglia a certi prodotti Lago, ma l’esecuzione è interessante.
Infine il Mies’ Nightmare, con cui Oji si prende gioco del dogma “Less is more” in maniera simpatica e originale. Un semplice e squadrato tavolino lascia intravedere le gambe barocche: orrore!
Dal punto di vista di questo blog è importante rimarcare l’eleganza e la pulizia formale che caratterizza i prodotti di Oji-Design, e la bellezza dell’immagine coordinata. Un bel logo e un sito semplice e piacevole sono un aspetto che un’azienda di design non dovrebbe mai prendere sottogamba.

Automatic english translation below.

A few days ago I was contacted by mail by Oji Design: a quick look at the site was enough to understand that was the right material to obtain a good article. Oji is a contemporary design project that is anchored to Sicily for the origins of the authors, both in the design and craftsmanship which are almost built the furniture. Craftsmanship seen in the light of all that has happened since the advent of the modern movement on, and contamination with foreign cultures much closer to us than before.
The pieces in the catalog are still a few – the brand was born in 2009 – and it’s worth presenting them all.
Katana is a dresser made up of three bodies out of alignment and unstructured. As one can easily guess from the name, the inspiration is given by the Japanese samurai that we have all seen in movies and cartoons slicing opponents with great precision and elegance.
Also, Tanto, has an inspiration for similar, though less known, “Tanto” is the name of the typical Japanese samurai dagger. This furniture was created by subtraction, the missing pieces reveal the red color inside and feature a simple volume otherwise.
Altrove, a series that is surprising because, thanks to the support plates of structural glass, large lacquered furniture seem to be suspended from the ground. The result resembles Lago on some items but the execution is interesting.
Finally, the Mies’ Nightmare, which mocks the dogma Oji “Less is more ” in a funny and original. A simple square table and a glimpse of the legs Baroque: horror!
From the perspective of this blog is important to emphasize the elegance and clean lines that characterize the products of Oji-Design, corporate image and beauty. A nice logo and a website simple and enjoyable are something that a design should never be taken lightly.

Scritto da:

Stefano Ricci

Sono un architetto che vive e lavora a Cesena. Costruzioni Lego, fumetti e cinema mi hanno spinto verso una professione di creativo e verso ELMANCO, nato nel lontano 2005. Nel corso degli anni il blog ha cambiato pelle molte volte, ed ora è dedicato alla mia passione per l'industrial e il graphic design. Se ELMANCO ti piace, suggeriscilo al tuo compagno di banco.

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento