untho1

Untho

Scritto il: Scritto da:

2

Untho è un brand streetwear nato nel 2004 come forma d’espressione del writer italiano Alessio Schiavon. A differenza di molti altri marchi che vantano sofisticati background artistici costruiti quasi a tavolino, ben sapendo che il fine ultimo è vendere dell’abbigliamento, Untho sembra sincero. Non conosco Alessio, e credo di aver visto dal vero una sola t-shirt Untho, ma osservando gli artworks e leggendo la storia della nascita del progetto riconosco autentico anticonformismo, e comprendo la titubanza dell’autore a mettere in gioco la sua opera con un progetto commerciale.
A conferma di ciò, ritengo che non tutti i modelli della collezione siano adeguati a sostenere l’impegnativo messaggio proposto, che rischia di essere banalizzato da alcuni formalismi tipici dello streetwear.
“Untho è più veloce di te”, “Untho è più ricco di te”, “Untho non è mai stanco”, Untho è un volto autoritario che ti squadra e ti provoca. Untho, acronimo di UrbanN TrasH Optimized, nasce quando il giovane Alessio arriva a Milano dalla provincia, e trova un amaro scenario urbano fatto di persone che si sforzano di apparire diverse da quello che sono. Untho è il volto che le rappresenta.
Puoi seguire Untho su Myspace, mentre qui è pubblicata un’interessante intervista.

untho2.jpg
untho3.jpg
untho4.jpg

Scritto da:

Stefano Ricci

Sono un architetto che vive e lavora a Cesena. Costruzioni Lego, fumetti e cinema mi hanno spinto verso una professione di creativo e verso ELMANCO, nato nel lontano 2005. Nel corso degli anni il blog ha cambiato pelle molte volte, ed ora è dedicato alla mia passione per l'industrial e il graphic design. Se ELMANCO ti piace, suggeriscilo al tuo compagno di banco.

2 commenti »

  1. Ho trovato alcuni prodotti in un negozio proprio questa settimana e mi hanno attirato sull’ottima qualità del prodotto grafico (non conoscendone il nome). Ora leggo il tuo post, ottimo lavoro davvero! ;)

    Commento by paro — 30 aprile 2008 @ 16:09

  2. e finalmente riesco a dare un nome a queste t-shirt..mi è capitato di fermare un paio di volte per strada dei giovinotti che le portavano per sapere chi ne fosse l’autore ma non ho mai ottenuto niente di più di ‘boh me l’hanno regalata’ e ‘boh era in sconto’

    Commento by tostoini — 1 maggio 2008 @ 10:25

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento