umbrellastorm.jpg

Storm umbrella

Scritto il: Scritto da:

5

Per fortuna non posso pienamente apprezzare l’utilità di questo oggetto, perché il mite clima italico mi ha raramente posto di fronte a giornate tempestose.
Degli olandesi, invece, hanno voluto ingegnarsi nel progetto di un ombrello dalla forma e tecnologia speciale, capace di resistere al vento che soffia fino a circa 110 Km orari senza “capottarsi”. Un ombrello del genere non serve certo a proteggersi da pioggia o sole, ma solo dalle raffiche più violente… se proprio non è possibile rintanarsi in casa!
Perché il prodotto sia efficace dovrebbe consentire di camminare in maniera piuttosto eretta: spero sia così, ma mi fido, perché ha vinto un Red Dot Award 2007.
(Via: Design+Material)

Scritto da:

Stefano Ricci

Sono un architetto che vive e lavora a Cesena. Costruzioni Lego, fumetti e cinema mi hanno spinto verso una professione di creativo e verso ELMANCO, nato nel lontano 2005. Nel corso degli anni il blog ha cambiato pelle molte volte, ed ora è dedicato alla mia passione per l'industrial e il graphic design. Se ELMANCO ti piace, suggeriscilo al tuo compagno di banco.

5 commenti »

  1. Io invece apprezzo molto l’utilità di questo oggetto, la trovo un’ottima invenzione.

    Commento by videoroof — 13 dicembre 2007 @ 01:05

  2. E’ chiaro che tecnicamente è un bel progetto!
    Il mio commento ironizzava sul fatto che per fortuna io non saprei che farmene ; )

    Commento by Stefano Ricci — 13 dicembre 2007 @ 10:17

  3. sono sicuro che ne vendevano uno simile in un catalogo per corrispondenza alcuni anni fa

    Commento by Lukino — 13 dicembre 2007 @ 11:35

  4. Lo voglio.

    Commento by Ramon — 14 dicembre 2007 @ 01:39

  5. Non so se esiteva priam una cosa simile, non avendola mai vista non posso fare altro che complimentarmi con loro perché ci hanno pensato.

    Sarei curioso di provarlo comunque per vedeer se oltre all’idea é davvero un bel prodotto

    Commento by Riccardo Giraldi — 18 dicembre 2007 @ 18:37

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento