500

Cosa ne penso della nuova Fiat 500

Scritto il: Scritto da:

11

Credo proprio che tutti abbiano già sentito parlare del lancio sul mercato della nuova Fiat 500, avvenuto il 4 luglio scorso; dopo averci riflettuto alcuni giorni, ecco le mie considerazioni al riguardo.
Sono convinto che il prodotto sarà un successo, e lo dico nonostante qualche magagna l’abbiano commessa, e nonostante il sottoscritto non abbia particolare stima della famiglia Agnelli (leggi qua). Prevedo questo per il semplice motivo che il design è buono e la Fiat è finalmente tornata a fare un bella macchina; le ultime che potevano davvero definirsi tali erano le prime versioni di Punto e Bravo.

Forse tutto il clamore con cui è stato presentato l’evento, può essere interpretato in questo modo: “Oh, ci siamo anche noi, siamo ancora in grado di fare una macchina che piace!”.
Parliamoci chiaro, ormai le caratteristiche delle auto prodotte dalle principali case automobilistiche sono estremamente simili, e gli unici aspetti che fanno la differenza nella scelta di un modello rispetto ad un altro sono:
- il costo
- il carburante
- il design
Sui primi due la nuova 500 non è certo competitiva: il costo è abbastanza elevato e la colloca nella fascia di mercato delle tre porte stilose e costose insieme a Mini e New Beetle, nonostante abbia dimensioni più ridotte. D’altronde se uno vuole spendere meno ci sono sempre la Panda e la Punto. La nuova 500 s’ispira al modello storico solo come immaginario, non certo come fascia di pubblico: la 500 degli anni 2000 (come diffusione, di sicuro non come fascino) sarà probabilmente considerata la Toyota Yaris.
Anche riguardo il carburante nulla di nuovo, purtroppo l’eco-chic non è ancora arrivato al settore automobilistico, e le propulsioni a metano o ibride continuano ad essere montate di serie solamente sui modelli che hanno meno da perdere. E’ un peccato, ma scommetto che nel giro di 5-10 anni la tendenza cambierà e la Fiat dovrebbe saperlo bene, dato che è riuscita a trasformare in un successo un modello come la Multipla, dato per morente fino a quando non è stata introdotta la versione alimentata a metano.
Ma sto divagando, torniamo alla 500 e al terzo punto: il design.


E’ questo il grande punto di forza dell’auto, talmente forte che credo compenserà la debolezza dei 2 precedenti.
Evidentemente l’esperienza dei flop degli anni passati è tornata utile. La vecchia Stilo mi è sempre stata descritta come una buonissima macchina, ma questo è interessato poco agli acquirenti, tanto era scarso l’appeal del design… una macchina che era già nata vecchia.
Invece questa nuova Fiat ha tutto per piacere: la grande abilità è stato creare un design palesemente ispirato a quello anni ’60 ma allo stesso tempo felicemente contemporaneo, e allineato alle recenti scelte stilistiche intraprese con la nuova Bravo.

Anche l’ultima versione di Logo Fiat su fondo rosso (la versione Ferrari-style inaugurata dopo che si erano prese alla lettera le famose dichiarazioni dell’ex-presidente del consiglio Berlusconi), su quest’auto sembra la morte sua… e dire che non ho mai apprezzato il redisign progettato da Robilant Associati, troppo scintillante e modaiolo.
Insomma sembra che la Fiat avesse già belle che pronti in casa tutti gli elementi per un prodotto di successo, e che sia finalmente riuscita a valorizzarli nella maniera migliore: immagino che buona parte del merito vada anche al nuovo management.
L’operazione di marketing che ha coinvolto il lancio dell’auto è stato imponente, e mi è piaciuto come la tendenza alla personalizzazione sia stata coerentemente applicata a tutto il “marchio” 500 (bello anche il logo, questo sì). L’allestimento e l’aspetto dell’auto possono essere personalizzati in molti modi, così come l’homepage del sito stesso, che somiglia ad un desktop con tante finestre da aprire e posizionare.
Molto risalto è stato dato anche agli user generated content, che nelle intenzioni dovrebbero avere contribuito alla definizione dell’auto; su quest’aspetto sono più scettico, ma l’averci provato è lo stesso un bene.
Gli spot che si vedono in tv in questi giorni (quelli con le scene di Nuovo cinema paradiso) invece, mi convincono poco perché troppo pomposi e biblici; inoltre ho scoperto che sono un platealmente ispirati a quelli della Apple di qualche tempo fa. A dire il vero l’Apple-style è presente un po’ dappertutto, anche negli interni e negli accessori della 500, oltre che nella comunicazione, ma questo è una debolezza che negli ultimi anni hanno avuto in tanti, non certo solo la Fiat.
Per concludere, sono sicuro che in Italia e in Europa siamo ancora pieni di gente vogliosa di comprarsi una macchinetta costosa ma cool, e spero che la centralità svolta dal ruolo del design in questo caso di successo contagi gradualmente altri settori produttivi.

P.S. ma la “Fiat Cinquecento” del 1991 che fine ha fatto?! Nella cronistoria della nuova 500, quel modello è stato saltato a piè pari, come un discendente di cui non andare tanto fieri… in effetti pareva più una nuova 126.
Questione di numeri ; )

Scritto da:

Stefano Ricci

Sono un architetto che vive e lavora a Cesena. Costruzioni Lego, fumetti e cinema mi hanno spinto verso una professione di creativo e verso ELMANCO, nato nel lontano 2005. Nel corso degli anni il blog ha cambiato pelle molte volte, ed ora è dedicato alla mia passione per l'industrial e il graphic design. Se ELMANCO ti piace, suggeriscilo al tuo compagno di banco.

11 commenti »

  1. In effetti, la 500 mediana è stata disconosciuta e ripudiata come un errore di battesimo. Ma in definitiva, tu questa nuova auto, la compreresti? Io no, troppo chic a tavolino… molto meglio la sincerità della nuova Panda (tra l’altro, l’ATAC di Roma le sta riconvertendo ad elettriche con molta facilità).

    Commento by Marco — 11 luglio 2007 @ 10:46

  2. Io la comprerei, avendola provata, proprio il giorno dopo il lancio, mi sono reso conto di come gli interni siano mooolto più curati e confortevoli.
    Inoltre è bella robusta, un volante massiccio e a differenza di molte macchine straniere (soprattutto tedesche)il “vero” design è anche trasferito all’interno dell’abitacolo. E’ un vero restyling a mio parere ben riuscito.

    Commento by andrea v — 11 luglio 2007 @ 11:01

  3. @Marco: Non credo la comprerei perchè non mi serve una macchina di questa tipologia e in ogni caso non sono ancora informatissimo sulle caratteristiche tecniche, ma questo non influisce sul mio giudizio complessivo.

    La nuova Panda è sicuramente sincera, ma a me fa ribrezzo… la vecchia era un capolavoro che hanno banalizzato in malo modo.

    Commento by Stefano Ricci — 11 luglio 2007 @ 11:02

  4. perchè dici che il costo la collocherebbe tra Mini e New Beetle, due modelli che costano il doppio? Il listino della 500 è allineato al suo segmento, mi pare! Strano non ci fosse la versione a metano al lancio, in effetti, ma penso che la metteranno visto che in Fiat è abbastanza diffusa.

    Commento by Lukino — 11 luglio 2007 @ 11:13

  5. Certo che i tipi della Fiat ne hanno di coraggio a paragonare la nuova 500 all’iPod della Apple.
    L’iPod è stato rivoluzionario, mentre la 500 cosa dovrebbe rivoluzionare? (Meglio la Smart concettualmente che tentò di rinnovare il concetto di macchina o la Prius che ridefinì l’ecologia automobilistica).
    La prima 500 era rivoluzionaria perchè alla portata di tutti (non per niente ha contribuito massicciamente alla diffusione delle automobili in Italia).
    Questa sembra solo un tardo tentativo di allinearsi alle riedizioni di auto storiche.

    Ma soprattutto… come fai a paragonarti ad Apple se il sistema operativo per la gestione multimediale dell’auto è WINDOWS MOBILE con tanto di adesivo accanto alla porta usb?

    Ma scherziamo?

    Commento by Luca Pitasi — 11 luglio 2007 @ 14:15

  6. @ Lukino: hai ragione dicendo che Mini e New Beetle costano di più (non proprio il doppio cmq, mi sembra un pò meno) ma sono anche macchine di dimensioni maggiori. Nonostante le taglie leggermente diverse sono però convinto che finiranno per farsi una certa concorrenza perchè solleticano lo stessa tipologia di acquirente. Tutte macchine piacevolmente superflue.

    Commento by Stefano Ricci — 11 luglio 2007 @ 15:10

  7. Bello il cinquino del ventunesimo secolo:un mito rivisitato in chiave moderna che testimonia inoltre il salto qualitativo di casa fiat.A mio avviso però utilizzare il pianale della panda per un auto cosi “speciale” e per certi versi unica mi sembra assurdo….

    Commento by max — 24 luglio 2007 @ 17:06

  8. ho letto i vostri commenti, adesso cerchero’ di esporre il mio parere.

    La vecchia 500 era italiana al 100%, Melchiorre dovrebbe andare sulla tomba dell’ing. Dante Giacosa e chiedegli scusa 500 volte in tutte le lingue, inginocchiato sui ceci!

    La vecchia 500 motorizzo’ il popolo italiano uscito da una guerra, e che a stento campava, caso vuole che oggi anche la maggioranza di italiani, tra bollette, rincari vari, debiti sia in guerra, ma si tratta stavolta di guerra di sopravvivenza, ovvero tirare a campare fino alla fine del mese! mi chiedo con quale senno montezzemolo asserisca che sia l’auto per tutti, con quel prezzo giusto qualche figlio di papa’, o una coppia borghese con voglia di vintage puo’ comprarsela!

    L’italiano che scrive sui vari blog, denigrando l’attuale 500, si sente a mio avviso deufradato da un’auto che, oggi come ieri, doveva farci uscire dalla situazione “vorrei un’auto nuova, ecologica, economica, ma non posso perche’ tutte quante costano troppo”, la nuova 500 non assolve nessuna di queste richieste, nonostante per i giovani oggi pare giusto spendere di piu’ per il bello, ci credo, i sacrifici li hanno fatti i vostri genitori, i vostri nonni, mica voi, generazione di pleistescion! pertanto al nostalgico, tipo al sottoscritto, gli girano le pelotas! specie poi quando ti prendono per il QLO con una pubblicita’ fuori luogo! dove si osanna un’italianita’ che NON C’E'! quindi chiariamo.. a me che la facciano in giappone piuttosto chye in polonia o africa non frega un’emerita cippalippa, quello che mi frega e’ che hanno ucciso un mito REALMENTE ITALIANO AL 100% e lo spacciano per tale in tv!!

    L’altro giorno, mi sono comprato una vecchia 500, dopo essere passata dal carroziere e dal meccanico, la sto usando ogni giorno per andare al lavoro, consuma pochissssssimo, e’ sfiziosa, al contrario di questo obbrobrio di nuova 500, a me si girano tutti per vedermi (cosi accontento anche quelli che comperano un’auto per farsi vedere, toh’!) e tutto questo mantenendo tutti i parametri che mi ero proposto per l’acquisto iniziale verso la nuova 500, che non c’e’ stato, ovvero, economicita’ di esercizio, prezzo contenuto, per una macchinetta efficente e cool, anche se molti diranno ndo vai con sta scatoletta! vi ricordo che in citta’ il limite e’ 50km/h, su strada extraurbana 90, ora lo so che a voi piace la coca e la macchina veloce per schiantarvi alla prima curva ubriachi persi, ma la mia 500 a quelle velocita’ ci arriva egregiamente, e se moriro’ non sara’ certo per colpa mia, ma per un pirla come voi che guida alla topadigatta!

    Che altro aggiungere… accomodatevi, che lapo ha finito la dose, io soldi alla fiat per queste scatolette non li do ne adesso ne mai! specialmente dopo che hanno ucciso il perpetuarsi del mito 500, per concludere, vorrei sottolineare che c’e’ stata gia’ un’altra 500 prima di questa, ma era talmente un aborto che non se l’e’ cagata nessuno, come la 600.

    Commento by Deen arrow — 2 agosto 2007 @ 14:54

  9. @ Deen Arrow:
    ma come c@zzo parli? sei il solito comunista nostalgico?

    oggi è il 30 ottobre e ormai la 500 è in vendita già da un bel pò e posso smentire le tue idee idiote visto che è attualmente l’auto più venduta in Italia tanto che la fiat si è dovuta dare una regolata per rispettare i tempi di consegna…

    poi voglio vedere quanto potrai ancora girare con la tua “nuova” 500… cosa è un euro 0? è catalitica?
    spero ti multino perchè alla guida di un veicolo inquinante..
    la vecchia 500 è bellissima ma dovrebbe girare solo nei raduni e con il contrassegno di auto d’epoca…

    riguardo al modello precedente di 500: che c@zzo di critiche fai che a quel tempo tutte le fiat facevano schifo? è ovvio che non lo vogliono ricordare alla gente…

    spiegami chi è che nel tuo immaginario comunista guida alla “topadigatta”… ah ma lo hai inventato tu questo modo di dire?

    W la 500

    Commento by sergiofx — 30 ottobre 2007 @ 19:00

  10. “mi associo a sergiofx” Caro “dèan capitan sparrow” ma cosa ti ha fatto marchionne che lo vuoi far inginocchiare sui ceci?ti ha preso a calci in c…?pare di no!allora?…perché non vai a ca….?se la vuoi la nuova 500,compratela e spero che sia la unica 500 che faccia i ciocchi!se no taci e vai a piangere sulla tomba di lenin!

    Commento by fabio "no comunista" — 31 dicembre 2007 @ 12:32

  11. Ragazzi diamoci una calmata.

    In questo blog non si parla assolutamente di politica, e gli ultimi commenti sono al limite dell’irriguardoso.

    Curioso che una macchina possa scatenare amori e odi così esasperati… boh contenti voi.

    Commento by Stefano Ricci — 31 dicembre 2007 @ 15:36

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento