dont-kill.jpg

Don’t kill Elemento non valido

Scritto il: Scritto da:

0

Con quest’articolo inauguro la categoria “outrage”, una sezione che potrebbe riservare simpatiche sorprese e/o polemiche. L’ispirazione l’ho avuto dopo aver ricevuto questo comunicato stampa:

ELEMENTO NON VALIDO: L\’IRRIVERENTE SITO WEB SUSCITA CLAMORE
IL NUOVO MARCHIO NON È ANCORA NEI NEGOZI MA FA GIÀ PARLARE DI SÉ
ELEMENTO NON VALIDO, il nuovo “urban style” che non vuole essere per tutti: si distingue dagli altri fashion brand già nell’intro del suo sito ufficiale, sicuro dell’originalità della proposta.
Non conta l’età per scegliere ELEMENTO NON VALIDO, ma la personalità. Chi veste ENV ce l’ha, è ironico e pensa sempre avanti. È per forza provocatorio, perché non resta nella massa ma diventa il centro dell’attenzione. È un mirino infatti il simbolo di ELEMENTO NON VALIDO, frutto di un’accurata progettazione della visual identity del brand.
Qualità del “vestito” per la qualità di chi lo veste insomma. Una moltiplicazione che funziona. E il risultato lo si vedrà nelle cinque linee della collezione estate 2007, la prima produzione di ENV.
ELEMENTO NON VALIDO propone capi con un design non scontato, unitamente a messaggi sfrontati che non si traducono nelle solite frasi impresse sulle t-shirt.
Il tutto 100% Made in Italy.
Per maggiori informazioni: http://www.elementononvalido.com
“.

Il classico comunicato stampa che urla la presentazione… del nulla!
Il sito dovrebbe dare “maggiori informazioni”, ma mi sembra una definizione limitante: mi aspettavo che un progetto di comunicazione così coraggioso facesse del suo sito web un “cuore pulsante”. Il vero problema è che su questo sito poi non c’è ancora nemmeno un’immagine del prodotto; tutto questo “parlare di sé” sembra dovuto all’attuale intro, contenente una sorta di campagna comparativa che spiega quello che Elemento non valido non è. Cosa invece sia, lo scopriremo solo quando il pubblico non starà davvero più nella pelle. Fortuna che almeno la “visual identity del brand” dovrebbe essere frutto di un’accurata progettazione, e si è pensato di mettere una ® di fianco al disegno di un mirino che chiunque potrebbe provare a registrare…
Magari i prodotti Elemento non valido saranno anche ben fatti, e la qualità della progettazione grafica subirà un’improvvisa impennata, ma per ora credo ci sia ben poco da dire su questo “nuovo urban style”. Bah!
E pensare che pochi mesi fa mi ero messo a commentare in maniera analoga un nuovo urban brand, dimostrandomi perplesso perché in fondo il sito Don’t Kill conteneva solo qualche polo colorata e non mi sembrava comunicare in maniera adeguata un messaggio così impegnativo. In quel caso però c’era almeno un’immagine del prodotto, e la progettazione grafica, seppure non eccezionale, era sicuramente più curata.
Comunque sia, questi due marchi hanno molte cose in comune: l’idea del mirino a chi è venuta per primo?

Scritto da:

Stefano Ricci

Sono un architetto che vive e lavora a Cesena. Costruzioni Lego, fumetti e cinema mi hanno spinto verso una professione di creativo e verso ELMANCO, nato nel lontano 2005. Nel corso degli anni il blog ha cambiato pelle molte volte, ed ora è dedicato alla mia passione per l'industrial e il graphic design. Se ELMANCO ti piace, suggeriscilo al tuo compagno di banco.

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento